Appunti

Impianto di una nuova Clematide

Il buon esito di una nuova piantagione nella maggior parte dei casi dipende dal modo in cui viene eseguita. Le accortezze da rispettare per le Clematidi sono le stesse di altre essenze perenni. Prima di tutto è significativo avere ben chiare le condizioni del terreno e altresì importante è l’esposizione rispetto alla luce del sole. Individuati questi fattori piuttosto incisivi si potrà iniziare la piantumazione. Il periodo migliore è senz’altro l’autunno. Terminate le alte temperature, quando l’aria inizia ad essere frizzante, i pericoli derivanti da mancate irrigazioni e forte insolazione saranno un ricordo. Le Clematidi avranno il tempo necessario per ambientarsi, affondare le loro radici nel terreno ed assestarsi prima dell’arrivo della stagione invernale, in modo da essere pronte a partire la successiva primavera.

impianto (7)

Per iniziare è necessario scavare una buca profonda almeno 40-50cm, nella quale eseguire una concimazione di fondo con materiale organico ad esempio cornunghia o stallatico pellettato. Questa permetterà di arricchire il terreno, facendo in modo che la Clematide abbia a disposizione i nutrienti per gli anni a venire. Effettuata la concimazione di fondo sarà buona cura coprirla con uno strato di terra evitando così il diretto contatto tra concime e radici.

impianto (3)impianto (2)

Nel mentre che viene eseguito lo scavo, è opportuno immergere il pane di radici in un secchio d’acqua per alcuni minuti. Questa operazione permetterà di allontanare eventuali insetti parassiti nascosti e districare più agevolmente le moltissime radici che le Clematidi producono.

impiantoimpianto (4)

Una volta fatto il tutto, si potrà procedere all’inserimento della pianta. Cercando di interrare anche i primi centimetri di fusto al di sopra del colletto. Questo aiuterà nel tempo la produzione di nuove radici dalla parte di fusto interrata, che rinforzeranno la Clematide e il risveglio delle gemme dormienti alla base della pianta, favorendo l’emissione di nuovi getti dalla base.

impianto (5)

Con premura si dovrà riempire la buca con la terra da giardino mischiata a del buon terriccio universale. Quest’ultimo servirà ad alleggerire il terreno intorno alle radici permettendo un più rapido insediamento delle radici velocizzando l’attecchimento. Irrigare e lasciare che la natura faccia il suo corso 🙂

impianto (6)

Nel caso in cui la zona sia battuta dai raggi diretti del sole e il terreno si inaridiscsa velocemente, si potranno piantare alla base della Clematide essenze in grado di tenere in ombra tale zona, riducendo così la rapida perdita di acqua. Poche ma semplici regole, essenziali per la buona riuscita e vivere nuove avventure con le nostre amate Clematidi.

Massimo

2 pensieri riguardo “Impianto di una nuova Clematide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...